<< Lotto 144 - GIOVANNI ...   Lotto 146 - SIMON VOUET ... >>

Lotto 145 - Asta 28 - Archeologia e Arte Antica - Roma

Prezzo:
75.000,00 EUR




LEONELLO SPADA
(Bologna 1579 - Parma 1622)

Salomè con la testa del Battista
Olio su tela, 72,1 x 58,3 cm
L’opera è riferibile con buoni margini di certezza alla mano di Lionello Spada, maestro bolognese tra i primi seguaci diretti del maestro, e probabilmente tra i pochi ad aver sperimentato un contatto vero e proprio col Merisi. Alcune fonti attestano che tra i modelli che posarono per la Vocazione di San Matteo in S. Luigi de’ Francesi ci fosse proprio il ventenne Leonello.
Storicamente la conoscenza tra i due non è acclarata, sebbene le date lo consentirebbero, anche se è ben noto che Caravaggio non ebbe allievi diretti ma solo seguaci soprattutto post-mortem. Tra il 1610 e il 1617 il pittore viaggiò tra Napoli, Malta e probabilmente Roma, trascorse la fase finale della sua breve carriera a Parma dove, per la corte di Ranuccio Farnese, realizzò diverse opere caratterizzate da un evidente caravaggismo. I caratteri graffianti e affilati della Salomè in esame appartengono con certezza a questa fase, dove ad una luce diffusa e dorata di taglio fiammingheggiante fa riscontro una gamma cromatica giocata tra il rosso e l’ocra della figura della fanciulla stagliata contro un fondo nero di ascendenza prettamente caravaggesca. Confronti stringenti appaiono la Buona Ventura presso la Galleria Estense di Modena o con l’Incoronazione di spine presso il Musée Condé di Chantilly, mentre ritroviamo il prototipo del volto della Salomè nella Giuditta con la testa di Oloferne conservata alla Pinacoteca Nazionale di Bologna.

L’opera è corredata dall’expertise di Emilio Negro

Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa