• Home
  • Aste
  • Asta 102
  • 4 Vanitas Francese in avorio con teschio - XIX SecoloMemento ...
<< Lotto 3 - Bastone ...   Lotto 5 - Vanitas ... >>

Lotto 4 - Asta 102

Aggiudicazione:
1.900,00 EUR
Numero offerte:
6


Vanitas Francese in avorio con teschio - XIX Secolo

"Memento Mori" Vanitas rappresentata da un busto femminile in avorio di elefante (Loxodonta africana Blumenbach, 1797 o Elephas maximus Linnaeus, 1758) scolpito a tutto tondo, con la metà del volto a forma di teschio. Una vanitas è un'opera d'arte simbolica che mostra la caducità della vita, l'inutilità del piacere e la certezza della morte. Il teschio è stato il simbolo della morte dal 1500 in poi; precedentemente la morte era rappresentata come uno scheletro. I teschi erano molto popolari nel periodo barocco, non solo come parte essenziale di ogni Camera delle Meraviglie (Wunderkammer), ma fungevano anche da ricordi contemplativi della mortalità. Altezza x larghezza 6,5 x 5,1 cm (scultura); altezza x diametro 4 x 4 cm (base); altezza totale 10,5 cm. Peso totale 101,7 gr. Stato di conservazione: **** buono. Accompagnato da certificato di autenticità Ce.S.Ar. Centro Studi Archeometrici (pre-1947).

Note

Questo lotto disponibile per la vendita solo con spedizioni all’interno della Comunità Europea

CITES ARTICOLO 8 c. b) -DEROGHEIl combinato disposto degli artt. 8 comma 3 lett. b) del Regolamento (CE) n. 338/97, conosciuto come "antique derogation", e 62 del Regolamento (CE) n. 865/2006, consente di vendere questo tipo di oggetto (definito come pre-1947) all’interno dell’Unione Europea. L'attuale legislazione prevede infatti l'esenzione dalla certificazione CITES per gli oggetti lavorati e acquisiti prima del giugno 1947 e sensibilmente modificati dal loro stato naturale per uso ornamentale, artistico, nella gioielleria o come strumento musicale (ovvero solo per il materiale che è stato "lavorato" prima del 1947, ed è stato trasformato dal suo stato naturale attraverso una lavorazione).



Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa