• Home
  • Aste
  • Asta 32
  • 64 Madonna col Bambino. Statua in terracotta colorata; nella ...
<< Lotto 63 - Albarello ...   Lotto 65 - Mosaico ... >>

Lotto 64 - Asta 32



Madonna col Bambino. Statua in terracotta colorata; nella parte posteriore, nel mantello, rettangolo in riserva con la scritta : 1783 / Nus […]; al di sotto in cartiglio più recente : “R [restauro?] 1849”.
H. cm. 48.
Cond.: molto buone; il Bimbo manca di parte di un braccino. BOLOGNA o CENTO, scultore Cesare Tiazzi, 1783.
La Madonna stante guarda davanti a sé, con atteggiamento fiero ma nel contempo sorridente, mostrando Gesù Bambino. Ha il capo coperto da un drappo bianco, che scende alle spalle e si avvolge sul davanti; l’abito è rosso con sopra un ampio mantello blu, che appare trattenuto dalla Madre nel sorreggere il Bimbo. Nella parte posteriore, il manto colorato in blu scende a terra all’infuori di una riserva in biscotto, dove l’artista ha indicato la data 1783 ed una scritta oggi di difficile lettura. Subito al di sotto, in un rettangolo ottenuto sul biscotto, quasi un secolo dopo, per indicare un restauro, appare una R e la data 1849. Il Bambino nudo, dai lineamenti simili alla Madre, si sporge verso il pubblico, quasi per sfuggire all’abbraccio. La statua, assai rara, si colloca nella produzione di terrecotte devozionali realizzate nel Settecento a Bologna e vari centri dell’Emilia; è recente la riscoperta di un artista nativo di Cento (BO), molto dotato, ma dimenticato nel tempo, in quanto realizzava statuaria per proprio diletto, donandola agli amici, e quindi non presente sul mercato. La mostra del 2012 alla Pinacoteca civica “Il Guercino” di Cento ha fatto conoscere Tesare Tiazzi (1743 -1809), di antica e nobile famiglia centese, plasticatore attento all’arte del suo tempo, vicino ai modi del suo compaesano Guercino. La statua trova confronti diretti con la Madonna della bella “Pietà” in terracotta del Tiazzi, ora nella Pinacoteca di Cento, con la quale ha in comune la cromia, le vesti, i caratteri del viso esprimente una infinita dolcezza, donando alla statua un grande fascino (Aa.Vv. 2012, fig. 6)


Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa