• Home
  • Aste
  • Asta 53
  • 68 PiattoPiatto ovale a tesa in rilievo estroflessa e ingiro ...
<< Lotto 67 - ...   Lotto 69 - PiattoPiatto ... >>

Lotto 68 - Asta 53

Stima:
40.000,00-55.000,00 GBP
Base d'asta:
40.000,00 GBP
Offerta attuale:
0,00 GBP


Piatto
Piatto ovale a tesa in rilievo estroflessa e ingiro convergente, cavetto con figurazione a rilievo; nel verso, superficie mossa.
Maiolica plasmata a rilievo e suddipinta in policromia: giallo di due toni, verde chiaro, azzurro, marrone di manganese e rosato nelle carnagioni; verso in marmorizzazione di manganese.
Figurazione complessa: nella tesa fascia a fiore di margherita entro riquadri, nell’ingiro rameggio entro rettangoli separati da bastoni in altorilievo; nel grande cavetto, in bassorilievo, la famiglia reale di Francia: a destra Enrico II con alto cappello siede su uno scranno con vicino un figlio piccolo; a sinistra, in secondo piano, sta seduta su simile sedia la moglie Caterina dei Medici con in testa la corona, mentre una figlia maggiore o una istitutrice tiene sulle ginocchia una figlia piccolina che tende la mano al padre; attorno, in piedi altri quattro personaggi, figli e /o cortigiani. Il quadro familiare è ambientato nella stanza da letto: creano lo spazio, a destra, un letto con coperta blu e a sinistra una tenda annodata.
Cm. 30 x 26.
Cond: ottime; piccola sbucciatura nel volto della piccola.

Parigi, pressi Tuileries, atelier di Bernard Palissy e figli; ante 1561 (?).

Rarissimo piatto all’interno della ricca produzione del poliedrico artista Bernard Palissy (1510-1589), rappresenta in rilievo la famiglia del re di Francia: Enrico II, Caterina dei Medici, e alcuni dei loro dieci figli. Scienziato, scrittore, pittore, architetto dei giardini, è soprattutto noto oggi per una produzione di ceramiche molto originali, in gran parte basata sulla attenta osservazione della natura, specie di piccoli animali che riproduceva in ceramica a tutto tondo ed a rilievo. Le sue opere molto piacquero al Conestabile Anne de Montmorency che gli fece decorare il Castello di Ecouen e lo introdusse alla corte di Caterina, da cui ebbe una fortunata protezione. Poté infatti vicino alla Tuileries aprire un laboratorio, riscoperto durante i lavori al Grand Louvre (1983–1990). Le migliaia di frammenti di terracotta provenienti dall'atelier, e dalla grotta artificiale creata per Caterina, pongono Bernard Palissy fra i maggiori esponenti delle arti decorative francesi del XVI secolo. Il piatto in esame appare come un ringraziamento per l’appoggio avuto da Caterina; si conoscono solo altri due esemplari, uno al Museo di Ecouen ed un altro in collezione privata. Tuttavia, ad un confronto fra il piatto in asta e quello di Ecouen, si evidenziano piccole differenze nella figure centrali, rivelando, almeno nel cavetto, non l’uso di uno stampo, ma la manipolazione manuale dell’argilla. La tesa, così ricca ed originale, rientra nella straordinaria creazione artistica di Bernard, capace di raggiungere le sottigliezze di una trina e di merletto, come annotato nel 1844 dal suo biografo, Paul-Antoine Cap (1788-1877), famoso farmacologo e naturalista francese, che cita proprio questo piatto, assegnando la bella tesa sicuramente al solo Bernard e la famiglia reale in collaborazione con i due figli, Nicolas e Mathurin. Dato che il re Enrico II morì nel 1561, il piatto può essere collocato prima di questa data.

[Cfr., Oeuvres complète de Bernard Palissy èdition conforme aux textes originaux imprimès du vivant de l’auter avec des notes et une notice historique par Paul Antoine CAP JJ D PARIS 1844, nota pp. XVI-XVII].


Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa