• Home
  • Aste
  • Asta 71
  • 196 CARLO LEVITorino, 1902 - Roma, 1975Ritratto del ...
<< Lotto 195 - PIO ...   Lotto 197 - SANTE ... >>

Lotto 196 - Asta 71

Stima:
8.000,00-10.000,00 EUR
Base d'asta:
6.000,00 EUR
Offerta attuale:
19.000,00 EUR
Numero offerte:
18


CARLO LEVI
Torino, 1902 - Roma, 1975

Ritratto del Capitano
Olio su tela, 38 x 46,5 cm
Il dipinto è citato dallo stesso autore nella sua opera letteraria “Cristo si è fermato a Eboli”:
“…il Capitano, cosí chiamato perché era il capo riconosciuto di tutti i ragazzi del paese, che dominava con la sua astuzia e la sua precocità, era un ragazzo zoppo, piccolo di statura, di tredici o quattordici anni. Aveva degli occhi sfavillanti, sensuali insieme e furbissimi, in un viso magro e pallido, in cui cominciavano a crescere i primi peli. Capiva ogni cosa al volo, parlava rapidissimo e in modo ellittico, o per cenni: imponeva a tutti i suoi coetanei la sua volontà. Non ho mai visto alcuno della sua età afferrare piú in fretta un’idea, soprattutto quando si trattasse di cose di commercio o di affari, né fare piú sveltamente le somme e le divisioni: né giocare a scopa in modo piú fulmineo, in modo che le carte non avevano tempo di posarsi sul tavolo. Dappertutto, in paese, si sentiva chiamare il Capitano, dappertutto appariva il suo corpicino smunto e svelto, e il suo passo di sciancato [...]
Il tempo si era fatto autunnale. Pioveva, in quei tre giorni prima della recita, e non potevo andare a dipingere in campagna. Passeggiavo per il paese, visitavo i miei conoscenti, e restavo a lavorare nella mia camera. Prisco era stato a caccia, era tornato con tre volpi, di quelle volpi rosse di qui, e un uccello di fiume. Io dipinsi l’uccello, e le volpi, e feci il ritratto del Capitano”.


Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa