• Home
  • Aste
  • Asta 46
  • 12 Giuseppe Vermiglio (Alessandria, 1587 - 1635), attr.San ...
<< Lotto 11 - Scuola romana, ...   Lotto 13 - Francesco ... >>

Lotto 12 - Asta 46

Stima:
4.000,00-6.000,00 EUR
Base d'asta:
4.000,00 EUR
Offerta attuale:
0,00 EUR


Giuseppe Vermiglio (Alessandria, 1587 - 1635), attr.

San Taddeo apostolo
Olio su tela, cm 70x54. Con cornice
La tela rappresenta l’apostolo Taddeo come indica l’iscrizione dorata posta in alto a destra. Fratello di Giacomo il Minore, l’uomo era figlio di Maria di Cleofa, una delle tre Marie presenti sotto la Croce, e di Alfeo, fratello di Giuseppe per cui Giuda Taddeo cugino di Gesù. A causa della sua fede in Cristo, Taddeo, insieme con Simone, fu ucciso barbaramente dalla folla con lance e colpi di mazza e finito con un colpo di picca dalla lama allungata, così come l’arte tramanda.
Questa tela può essere attribuita a Giuseppe Vermiglio, pittore che, accanto all’esperienza romana, fu attento anche alla coeva pittura emiliana e lombarda. È probabile che nell’Urbe l’artista conobbe effettivamente il Caravaggio, il cui influsso si riscontra in molti suoi quadri. La sprezzante fierezze d’impasto e una velata malinconia dello sguardo avvicinano la figura ad altri Apostoli di Vermiglio, che esibiscono un analogo soffice realismo caravaggesco. Il dipinto, forse parte di un ciclo smembrato o in pendant con le figure di Giacomo il Minore o di Simone con i quali è spesso rappresentato, rivela chiare analogie con il San Giacomo della Pinacoteca Repossi di Chiari, dipinto nel terzo decennio del Seicento, periodo nel quale può essere collocata anche la tela qui in esame.

Bibliografia

D. Pescarmona, Giuseppe Vermiglio: un pittore caravaggesco tra Roma e la Lombardia, Ginevra 2000.



Offerte

Stato lotto:
Asta chiusa